La Matematica Si Impara Meglio Con Mozart!

Sviluppo Personale

 

Ascoltare Mozart migliora la capacità di apprendimento della matematica.

Lo sostengono alcuni insegnanti che hanno avviato un progetto pilota nelle scuole britanniche. Secondo la loro ricerca la musica avrebbe un’influenza positiva anche sul comportamento dei bambini di età compresa tra i quattro e gli undici anni.

Per un trimestre, scrive ‘The Daily Telegraph’, in una classe frequentata da bambini di 6 anni è stato suonato Mozart durante le lezioni di matematica mentre in un’altra classe le lezioni si sono svolte in modo tradizionale. Il risultato è stato sorprendente: gli alunni che avevano ascoltato la musica hanno ottenuto risultati migliori.

Secondo la preside della scuola dove si è svolta la ricerca, Doulla Simon, le sinfonie di Mozart stimolano il pensiero matematico perchè raggiungono alcune parti del cervello che invece non vengono sensibilizzate con la musica di altri compositori.

Il progetto è stato elaborato dal pedagogo Alistair Smith e prevede che siano suonati anche brani di Chopin, Brahms e Beethoven. Quest’ultimo sarebbe particolarmente adatto a calmare gli studenti mentre per accompagnare momenti di attività di gruppo è consigliata la musica pop.

A questa ricerca, integro con un video, quello che viene definito ‘Effetto Mozart, una teoria scientifica per la quale, ascoltare la Sonata in re maggiore KV 448 di Mozart, causerebbe un temporaneo aumento del quoziente intellettivo.

La teoria deriva da un esperimento condotto nel 1993 dai fisici Gordon Shaw e Frances Rauscher.

Alcuni bambini, dopo aver ascoltato la sonata di Mozart, 10 minuti prima del test, avevano dimostrato un Quoziente Intellettivo superiore di 9 punti rispetto ai bambini che non avevano ascoltato la musica.

Buon video ed  ascolto.

Shalom 

M@urizio Fi@mmett@ (((\joy/)))
Coach dell’Entusiasmo e Trainer di Sviluppo Personale
——————————————————————
"…Tutto posso in Colui che mi dà la Forza…"
——————————————————————
 

2 Comments

  1. 1 agosto 2010, 01:05

    Uno dei maggiori studiosi del suono dal punto di vista medico, il francese Alfred Tomatis (1920-2001), sosteneva che la musica mozartiana è in grado di produrre un miglioramento delle abilità cognitive dell’individuo.
    Secondo Tomatis l’ascolto della musica mozartiana è in grado di favorire l’organizzazione dei circuiti neuronali, rafforzando i processi cognitivi e creativi dell’emisfero destro (Edes).
    La nostra società si preoccupa troppo dell’intelligenza: esami di ammissione all’Università, colloqui di lavoro privilegiano il pensiero lineare dell’emisfero sinistro (Esin); tali abilità sono essenziali, ma possono non essere così basilari come la capacità di ascoltare e di parlare.
    Se sussiste l’incapacità di saper ascoltare si può verificare l’incapacità di progredire verso sofisticate tecniche di apprendimento. Sviluppare un ascolto corretto è il segreto per accedere all’‘effetto Mozart’, che è in grado di far risaltare, migliorandole, le abilità cognitive dell’individuo, attraverso lo sviluppo del ragionamento spazio-temporale.
    La musica di Mozart rilassa, migliora la percezione spaziale e permette di esprimersi più chiaramente, comunicando sia col cuore che con la mente; inoltre le aree creative del cervello vengono stimolate dalla melodia e dal ritmo del grande compositore.
    Quando posso, lavorando al computer ascolto composizioni di Mozart e sono convinto che qualche ispirazione creativa e la produzione di idee e soluzioni siano favorite dall’ascolto della sua musica.
    Suggestioni? Sensazioni semplicemente derivanti dai miei gusti musicali? Non lo so; la mia impressione è che lo stato d’animo e la predisposizione mentale conseguenti dall’ascolto di Mozart provocano effetti benefici e stimolanti durante le attività creative.
    Sarei molto interessato a condividere le vostre esperienze in proposito.
    Un abbraccio.
    Roberto

  2. 1 agosto 2010, 00:14

    Magnifica questa musica! Conosco un produttore di vini toscano che ha installato nei suoi vigneti un impianto di diffusione sonora e fa ascoltare alle viti Mozart. Uno dei suoi vini si chiama Do, come la nota musicale!

    Amati !

Lascia un Commento