Si genera una connessione tra aree distanti del cervello che lavorano così in sincronia. Accade il contrario se si assiste a una caotica situazione metropolitana.

Leggi l’articolo su corriere on line 

 

Di News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.