Esseri Felici? E’ Semplice… Ma Non Facile!

Aggiornamenti

Essere felici si può, ed è semplice: basta volerlo!

Allora perché la maggior parte di persone NON lo è? Semplice: NON sa consapevolmente … che non vuole esserlo!

Una volta pensavo che il semplice fatto che le persone lo dichiarassero, fosse una "prova" sufficiente per ottenerla. Ma questo accadeva tanto tempo fa!

Anno dopo anno,  tenendo tanti corsi in tante località, quindi con gente diversa sia culturalmente che socialmente, ho sentito migliaia di volte dichiarare il voler essere più felici, prosperi, entusiasti, sereni, di successo e così via, ma poi riscontravo che dopo aver insegnato loro i principi dell’Entusiasmo e condiviso con loro le conoscenze da me acquisite in tanti anni di ricerca, studi, ed esperienze formative, a distanza di tempo, risentendo alcuni, i loro atteggiamenti, rispecchiavano "l’uomo vecchio", ossia quello che erano adesso era pressoché lo stesso di quello che erano prima della dichiarazione di voler essere più felici e di volersi impegnare nel programma.

Ebbene, una cosa è la dichiarazione dell’impegno, tutt’altra l’impegnarsi!

Così come scrivo nella Pagina di presentazione dell’EntusiasmoWorld 2.0, vi debbono essere determinati elementi perché la trasformazione abbia atto, tra cui il  volerlo veramente, con tutto se stessi, impegnandosi a seguire un programma (ed è per questo motivo che ho realizzato questo ambiente) che permettesse di creare gli essenziali cambiamenti per… riscoprire se stessi per quelle straordinarie ed uniche persone che siamo.

Einstein stesso diceva che una definizione di pazzia è "aspettarsi risultati diversi, continuando a fare le stesse cose".

In queste poche righe, ho riportato alcune parole chiave che rappresentano in se, l’essenza del cambiamento: semplicità; facilità, volontà, impegno, programma (strategie).

Infine ne voglio aggiungere un’altra, perché tu possa fare un enorme salto nella comprensione di questi delicati ed importanti processi del miglioramento personale. Questa parola è: essere!

Fino ad ora ho infatti usato la struttura del diventare, per identificare un processo, della serie "sono qui e voglio andare lì".

Ma la chiave del cambiamento è nel rendersi conto che si è già quello che si vuole diventare!

Intanto perché NON esiste un punto di arrivo (e qui si apre un intero aspetto sui criteri di soddisfazione, cioè, del come facciamo a capire se abbiamo ottenuto lo stato desiderato), ma esiste un "essere" sempre in evoluzione, anche se questa fosse lontana, come quasi sempre è quando non si cammina seguendo le orme di chi è più esperto, di quello che si vorrebbe ottenere.

Un’analogia per comprendere questo passaggio è il vento. Nella sua nature esso NON sa di esserlo ma lo è e vive la sua condizione per cui è. esiste, ed evolve. Le pale di un  mulino (gli altri) rilevano questo stato, ma non il vento stesso.

Quindi, tu sei già Felicità…ma te lo neghi!

Tu sei già Prospero… ma per dinamiche autopunitive, saboti la manifestazione.

Tu sei già Amore… ma le ferite della vita che non hai attenzionate e guarite, richiedono attenzione comunicandotelo con rabbia, sensi di colpa, vittimismo, complesso di inferiorità e paure varie.

Rileggi e rifletti come guardandoti ad uno specchio quanto ho scritto e magari vedrai che essere quello che sei è la Chiave lasciataci da Dio perché tu comprendessi di essere a Sua Immagine e Somiglianza, ad immagine e somiglianza del… !Io Sono Colui che Sono"!

Shalom

M@urizio Fi@mmett@ (((\joy/)))
Coach dell’Entusiasmo e Trainer Sviluppo Personale
Programmatore Neuro-Linguistico e D.H.E. Certified
——————————————————————
"…Tutto posso in Colui che mi dà la Forza…"
——————————————————————

 

1 Comment

  1. 6 aprile 2011, 00:03

    Stò leggendo “Il potere di adesso ” . Se cerchi cose come ,felicità ,ricchezza serenità ,vuol dire che credi di non averle e continui a cercarle ,magari all’infinito?!.
    Forse la vera felicità ,ricchezza, ecc. è proprio qui ora in questo istante eterno senza tempo.
    Ci metto il forse perchè non mi sento un’illuminato.Ma a volte in certi istanti percepisco una grande pace interiore ,anche adesso ad esempio ,nonostante un sacco di problemi da risolvere.
    Pensiero un pò contorto?….Forse!

    Leggo sempre con piacere i tuoi articoli Maurizio . Grazie .
    Namastè.

Lascia un Commento