Dove hai l’Attenzione lì scorre l’Energia

Aggiornamenti / P.S.P. (Programma Sviluppo Personale) / Sviluppo Personale

Gran parte delle volte ad un comportamento non funzionale per i nostri scopi, si tende ad intervenire imponendo nuovi comportamenti e la gran parte delle volte ciò… NON funziona!

Questo è dovuto al fatto che il comportamento è l’ultima parte di un processo essendo la manifestazione di quello che proviamo, cioè, dei nostri stati d’animo… e d’Anima 🙂

I nostri stati d’animo a sua volta sono determinati dalle rappresentazioni interne e dalla nostra fisiologia.

Avere l’ attenzione focalizzata, il focus  su un obiettivo, su un ricordo o su qualcosa che pensiamo costantemente, crea l’avvio di un processo che ci porterà ad assumere uno specifico comportamento.

Quindi, su cosa è opportuno intervenire per ottenere risultati? 

Sul Focus ovviamente. Sulla nostra attenzione focalizzata!

Cambiare il mondo è possibile se gestiamo il nostro "focus" e vigiliamo su esso perché sia quanto più possibile allineato su ciò che desideriamo ottenere e quindi realizzare.

Un campione di golf sa che per realizzare un bel colpo, deve prima di tutto provare un’emozione di realizzazione positiva, quindi "pensarlo bene" e poi essere un tutt’uno con la mossa, perché "dove hai l’Attenzione lì scorre l?Energia".

Infatti:

Il Pensiero determina l’azione.

L’azione determina l’atteggiamento.

L’ atteggiamento determina il comportamento.

Il comportamento determina il carattere.

Il carattere determina il destino.

Shalom

M@urizio Fi@mmett@

Coach dell’Entusiasmo e Trainer di Sviluppo Personale

————————————————————————–

Tutto posso in colui che mi dà la Forza

—————————————————————————

 

1 Comment

  1. 19 luglio 2010, 22:04

    Credo di cogliere in questa testimonianza un invito a dare una forma ben definita alla focalizzazione, alla concentrazione e alla visualizzazione dei nostri obiettivi e di tutte le azioni che riteniamo funzionali al loro raggiungimento. Anche in questo caso, per quanto riguarda la mia esperienza personale, si manifesta spesso il dispettoso Resin, che cerca continuamente di farmi deviare dal mio percorso, sbucando all’improvviso sul sentiero presentandosi talvolta mascherato da killer, il killer del focus: la “DISTRAZIONE”.
    Le distrazioni sono sempre pronte a distogliere la nostra attenzione dal nostro FOCUS. Ma penso di cominciare a comprendere che non devo combattere Resin, ma al contrario devo accettare la sua presenza e soprattutto sfruttare a mio vantaggio la sua utile funzione, che è quella di testare e verificare la mia reale determinazione a voler raggiungere i miei obiettivi.
    Credo di aver compreso che anziché sprecare energie per combattere o evitare la sua presenza, è invece estremamente utile farlo diventare un valido alleato per testare se le azioni intraprese sono funzionali ai risultati che voglio ottenere e se gli obiettivi dichiarati sono effettivamente quelli che desidero fortemente raggiungere.
    A questo punto per poter intervenire in maniera efficace nel periodico riallineamento del mio percorso, non saprei come fare durante il mio cammino senza la presenza e il prezioso aiuto di Resin…

    Un abbraccio a tutti.

    Roberto

Lascia un Commento